la PASTA FROLLA

crostata

Il dolce che in assoluto ci piace di più è proprio la crostata!! Ho sempre fatto la pasta frolla con una ricetta storica, credo fosse di mia nonna, ma l’ultima volta ne ho sperimentato una nuova versione che non prevede l’utilizzo degli albumi e che ci ha letteralmente conquistati, la differenza è proprio nella friabilità della pasta che si scioglie in bocca!

Ci sono varie scuole di pensiero, con o senza lievito, con gli albumi o senza, con la scorza del limone, il liquore, ecc… abbiamo provato moltissime varianti, ma alla fine quelle che ci hanno convinto di più sono quelle che vi riporto.

Ve le lascio entrambe perché così anche voi potete sperimentare e farci sapere quale variante preferite!

RICETTA n°1 ( con le uova intere)

300g di farina

100g di zucchero

100g di burro ammorbidito

2 uova

1 pizzico di sale

1/2 bustina di lievito per dolci

1 limone non trattato – solo la scorza grattugiata

RICETTA n°2 (senza albumi)

250g di farina

90g di zucchero

100g di burro ammorbidito

2 tuorli

1 pizzico di sale

1 cucchiaino di lievito per dolci (facoltativo)

latte qb

Con questa ultima ricetta l’impasto potrebbe risultarvi un po’ sbricioloso e difficile da gestire, in questo caso potete aggiungere un po’ di latte, giusto quanto basta per riuscire ad amalgamare gli ingredienti e poterli stendere.

In entrambi i casi dovete impastate tutti gli ingredienti insieme e formare un panetto che metterete in frigo a riposare per circa un’ora ricoperto con la pellicola.

Dopo potete stendere l’impasto su un ripiano infarinato, dovete tenerne da parte circa 1/3 dell’impasto che vi servirà per fare le strisce per decorare la vostra crostata.

Potete utilizzare la marmellata che preferite, noi abbiamo utilizzato quella di fragole, molto dolce e molto golosa.

Mettete in forno a 180°C per circa 40 minuti.

Precedente FRAPPE Successivo GNOCCHI di patate viola in salsa di gorgonzola

Un commento su “la PASTA FROLLA

  1. filippo il said:

    Ho provato la seconda ricetta e posso confermare che il risultato è ottimo. Anche io ero abituato ad una ricetta simile alla prima, ma d’ora in poi eliminerò gli albumi! La pasta si cuoce bene rimanendo morbida e friabile. Ho provato a fare una crostata e dei tortelli e sono venuti benissimo. Per il mio gusto aggiungerei solamente un po’ di zucchero.
    Ciao
    Filippo

I commenti sono chiusi.